La Giunta Comunale, su proposta dell’assessora alla Cultura Francesca Leon, il 23 marzo 2021 ha approvato le Linee Guida per lo sviluppo e il sostegno delle Arti Performative 2021-2023.
Nel triennio 2018-2020 la Città di Torino aveva già dato vita al progetto T.A.P. – Torino Arti Performative con l’obiettivo di attivare nuove modalità di sostegno e interlocuzione a favore e nei confronti dei soggetti del teatro e della danza operanti sul territorio cittadino e di creare le condizioni per un sistema inclusivo e permeabile, capace di premiare qualità, competenze, innovazione e costruire un rapporto più efficace con il pubblico.
Si erano così tracciate le modalità generali di azione poi declinate nelle convenzioni stipulate con le Fondazioni teatrali partecipate – Fondazione Teatro Stabile di Torino (soggetto attuatore) e Fondazioni Torino Piemonte Europa e Teatro Ragazzi e Giovani (con compiti complementari ed integrativi) – e nei successivi bandi (triennale ed annuali).

Nello specifico le nuove linee guida propongono di attivare strumenti in grado di offrire una maggiore flessibilità alle compagnie e riconoscere il valore dell’atto creativo e produttivo in sé; individuare le specificità delle componenti del sistema dello spettacolo dal vivo del nostro territorio; favorire la collaborazione e l’incontro tra domanda e offerta di spazi e servizi; implementare il lavoro della cabina di regia attraverso l’individuazione di attività utili a sostenere le arti performative nel territorio cittadino e lo sviluppo di progetti specifici.

Con questo nuovo atto, inoltre, si accentuano il ruolo e le funzioni della Cabina di Regia oltre che delle Fondazioni teatrali alle quali vengono assegnati nuovi strumenti attuativi sia per garantire un sostegno economico attraverso i bandi, sia per offrire opportunità di crescita professionale attraverso la progettazione di un programma di Alta Formazione da sviluppare nel triennio in collaborazione con il Teatro Stabile, il TPE e il TRG e tramite lo strumento della ‘compagnia associata’.

Le nuove linee guida per il triennio prossimo sono state profondamente influenzate dall’evento pandemico e sono state riorientate tenendo in debita attenzione le pesanti limitazioni che hanno contraddistinto le attività di spettacolo nel 2020 e che tuttora persistono. Per tutto il 2020 l’Assessorato alla Cultura si è confrontato con le realtà culturali della città per raccogliere, direttamente dalla voce delle imprese culturali, problemi e indicazioni di soluzioni perseguibili. Il progetto TAP 21-23 è, dunque, il risultato di un processo che ha fatto tesoro dei suggerimenti raccolti in questo lungo percorso e della fruttuosa e, ormai, consolidata collaborazione con le principali istituzioni teatrali partecipate dalla Città.

Download del documento completo